IYFF Ecuador

Il grano è una coltura importante per molte famiglie in Ecuador.

Tuttavia , la produzione di grano nazionale soddisfa meno del 2% del fabbisogno del paese, secondo la Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite ( FAO), circa il 98% del grano consumato nel paese viene importato.

Dal 1970, fattori quali le basse rese e prezzi bassi per il frumento locale hanno causato il costante declino della produzione di grano ecuadoriano.

Nel 2012 , per affrontare questa situazione e migliorare la produzione di grano nazionale, il governo ecuadoriano – con l’assistenza della FAO – ha avviato il programma Emprendimiento Estratégico de Trigo nella città di Alausí nella provincia di Chimborazo .

Più di 1.200 famiglie di agricoltori su piccola scala sono stati direttamente o indirettamente coinvolti nell’intervento. Agricoltori che partecipano sono stati forniti con semi di migliore qualità e sono stati invitati a partecipare a programmi di formazione nella gestione sostenibile di terreni post-raccolta, corsi di marketing di prodotto e di controllo qualità .

I vantaggi per i partecipanti sono stati di grande portata, tra cui «una maggiore resa delle colture, prezzi di vendita più elevati, una migliore capacità negoziale delle parti interessate, uno sviluppo organizzativo, reddito più elevato e una maggiore sicurezza alimentare, nonché il recupero di un’attività culturale tradizionale della regione legata alla produzione del grano, e la promozione della coltura con un approccio agro-produttivo della filiera».

Emprendimiento Estratégico de Trigo, attraverso l’utilizzo di team multidisciplinari e della partecipazione dello Stato, ha dimostrato il grande potenziale dell’agricoltura familiare nella produzione vegetale.

Il programma è stato accolto con entusiasmo dalla popolazione per quanto riguarda le politiche pubbliche rivolte allo sviluppo delle famiglie di agricoltori su piccola scala e il coinvolgimento del governo a livello locale.

«L’esperienza sviluppata in Ecuador è un esempio di come l’agricoltura familiare può diventare una componente chiave della sicurezza alimentare e dello sviluppo attraverso la sostituzione competitiva delle importazioni in un contesto di aumento dei prezzi alimentari internazionali», ha dichiarato, Salomón Salcedo,  Senior Policy Officer e coordinatore Family Farming Priority Group presso la FAO.

 


 

Articolo di Bonnie Averbuch apparso su Food Tank per la rubrica dedicata a International Year of Family Farming (IYFF) – Anno internazionale dell’agricoltura nazionale.